[rev_slider slider-home]
PREC
SUCC

Il progetto di VolontariArte – l’Ospedale di Sassuolo per l’Arte ed il Volontariato – nasce nel 2006 con lo scopo di portare il mondo dell’arte all’interno della struttura ospedaliera, nella convinzione che questi spazi possano diventare sedi aperte di fruizione artistica e culturale, in grado di offrire una naturale partecipazione di pubblico e con l’obiettivo sempre presente di aiutare il mondo del volontariato locale.

Al tempo stesso l’intento è quello di umanizzare e rendere più confortevoli gli ambienti ospedalieri, luoghi di cura ma anche luoghi pubblici ove può trovare spazio l’iniziativa culturale e sociale della comunità. In un approccio che veda al centro il cittadino paziente nella sua accezione più ampia, la qualità della cura – siamo convinti – passa anche attraverso l’offerta di strutture funzionali e più accoglienti.


È scomparso Franco Faggioli, artista fiorentino “amico” di VolontariArte

A 72 anni è mancato lo scorso 9 febbraio Franco Faggioli, ceramista toscano che nel 2012 è stato ospitato in ospedale con la mostra ‘I colori dell’anima’ il cui ricavato venne interamente devoluto, per sua espressa volontà, alla Onlus “Medici Senza Frontiere”

Persona stimata e riconosciuta nell’intero distretto ceramico, l’artista fiorentino Franco Faggioli è stato un vero ‘cultore’ della bellezza e un ceramista poliedrico, conosciuto per la sua attività legata al mondo dei colorifici, in particolare la ditta “Romer” e il colorificio “Esmasglass”. È scomparso all’età di 72 anni, dopo una lunga ‘battaglia’ contro la SLA, nella quale si era impegnato come volontario all’interno di Humanitas. Anche l’Ospedale di Sassuolo S.p.A. vuole ricordare un “amico” la cui figura e generosità hanno lasciato il segno, così come le sue opere, esposte nel 2012 grazie all’impegno di VolontariArte nella mostra ‘I colori dell’anima’. Un grande successo di pubblico e critica che ha permesso, attraverso la generosità dell’artista, di devolvere l’intero ricavato della vendita di 52 sue opere (tra tele e ceramiche) in favore di “Medici Senza Frontiere”. “Caro Franco – dice con emozione Luca Bagnoli, curatore di VolontariArte per l’Ospedale di Sassuolo – a te va il mio pensiero e il mio ringraziamento per la gentilezza d’animo con cui ti sei avvicinato al nostro progetto. Chi ha avuto la fortuna di incontrare la tua arte, come me, se n’è innamorato. Io ti ho conosciuto sin da bambino e voglio ricordarti con questa immagine: nei tuoi occhi e nel tuo cuore avevi la luce magica della tua terra di Toscana. Ciao Franco!

VolontariArte dal 2006
TOP